8 consigli per gestire la menopausa sul lavoro

La menopausa è un periodo attraverso il quale ogni donna deve passare, un momento di transizione che può portare alcuni disturbi e condizionare la vita personale e lavorativa. Seguendo alcuni consigli utili che descriveremo di seguito sarà più semplice proseguire la propria vita lavorativa senza grossi problemi.

Il momento della menopausa, ovvero la cessazione definitiva del ciclo mestruale, viene preceduto da una fase preparativa. Questa solitamente inizia dopo i 45 anni e può proseguire per un periodo che può essere breve o può durare anche più anni, non vi è una data precisa di inizio e di fine ogni caso è unico e diverso dagli altri.

I segnali che indicano l’arrivo della menopausa sono abbastanza chiari, uno di questo è il ciclo che si presenta in modo incostante e con sbalzi più o meno evidenti. Le mestruazioni divengono scarse talvolta o molto abbondanti altre volte.

Inoltre si possono manifestare disturbi come le vampate di calore ed altri fastidi che è bene imparare a gestire per continuare a svolgere il proprio lavoro con serenità ed efficienza.

Ecco gli 8 migliori consigli per gestire la menopausa sul lavoro.

Controlla la dieta

Quando arriva la menopausa si ha una tendenza ad accumulare grasso sull’addome, conseguenza odiata da ogni donna. Il metabolismo rallenta per l’avanzare dell’età, gli estrogeni sono ancora attivi e aumenta la ritenzione idrica a causa del calo di progesterone. Per mantenere sotto controllo questi effetti è necessario controllare la dieta diminuendo le calorie mentre va aumentato il movimento, anche una semplice camminata di almeno 30 minuti al giorno sono sufficienti.

Controlla il cuore

Il questa fase della vita aumentano i rischi cardiovascolari a causa della mancanza improvvisa della protezione ormonale. La premenopausa è il momento ideale per verificare i cambiamenti che stanno avvenendo mantenendo sotto controllo gli sviluppi verificando che non si vengano a creare problematiche a cuore e vasi sanguigni. Questo è utile per essere pronti ad eventuali tachicardie che potrebbero far crescere l’ansia se non si sa a cosa sono dovuti.

Fai un check-up generale

Un check up generale è consigliato per controllare la situazione e regolare gli squilibri. Controllare quindi colesterolo, trigliceridi, glicemia, insulinemia e il livello di vitamina D presente. L’integrazione di quest’ultima che è poi un ormone che se integrato aiuta a ridurre i rischi cardiovascolari. Di conseguenza la sensazione di stanchezza diminuisce migliorando la circolazione sanguigna e si avrà una maggiore energia sul lavoro e si eviteranno i problemi di fragilità ossea.

Effettua un pap-test

Tra i controlli da effettuare per mantenersi in forma non si deve dimenticare il Pap-test e l’ecografia transvaginale importante per la valutazione dell’ispessimento dell’endometrio uterino. Una mammografia è sempre utile per scongiurare l’insorgenza di masse tumorali, ad una certa età è consigliabile intensificare i controlli.

Controlla le vampate di calore

Se a lavoro arrivano vampate di calore utilizzare qualunque foglio o opuscolo per farsi aria in attesa che passino. Portare con sè un ventaglio elegante da utilizzare in presenza di clienti trovando la scusa che sei una donna caliente. Vestirsi a strati è sempre un buon trucco per alleggerire l’abbigliamento senza restare in reggiseno o fare la sauna.

Cura il riposo

I disturbi del sonno in menopausa sono normali e spesso ci si sveglia più volte durante la notte. Il mattino vorresti buttare la sveglia dalla finestra e darti per dispersa? Sì, è comprensibile ma invece devi alzarti e andare a lavoro, per evitare di sembrare uno zombie. Cerca di rinfrescarti lavando il viso con acqua molto fredda. La sera prima puoi prendere una tisana rilassante e qualche goccia di estratto di iperico per riuscire a riposare meglio.

Controlla l’ormone FSH

Chiedere il parere del medico a proposito di un dosaggio dell’ormone FSH a prendere fin dalle prime mestruazioni irregolari per capire quanto manca alla menopausa vera e propria. È sufficiente un prelievo del sangue da effettuare nei primi 3 giorni del ciclo per fare questo importante esame e può essere il punto di partenza per riequilibrare ormoni, vitamine, sali minerali e tutto ciò che serve per il tuo benessere.

Fatti aiutare da creme e integratori

Sintomi psico-sessuali sono normali in menopausa. Il calo della libido che deriva da una minore presenza di testosterone prodotto dal surrene, provoca però anche altri disturbi. Tra questi vi è il calo energetico e la stanchezza, oltre ad una maggiore secchezza vaginale. Per quest’ultima vi sono prodotti specifici in crema, mentre per recuperare energie e poter lavorare bene si possono utilizzare gli appositi integratori alimentari.

Non pensare che la menopausa sia la fine della tua vita personale e lavorativa, è solo un cambiamento della vita come i tanti che avvengono nella vita di una donna. Una nuova condizione e nuove opportunità.