Assertività: come farsi sentire sul luogo di lavoro

Capita qualche volta di trovarsi in difficoltà con i colleghi di lavoro oltre a non riuscire a far valere le proprie idee o almeno far comprendere il proprio punto di vista in progetti a cui tenete particolarmente. In altri casi invece ci si sente talmente sicuri che si tende ad aggredire gli altri in modo arrogante ottenendo solamente scontri e dissensi.

Qualsiasi sia il vostro caso, la comunicazione assertiva vi consente di superare i vostri problemi fornendovi gli strumenti e la tecnica per imparare ad affrontare nel modo migliore tutte le sfide che si presenteranno sul lavoro.

Essere assertivi significa avere un atteggiamento costruttivo evitando di eccedere con l’irruenza e l’arroganza che caratterizzano le persone aggressive o la staticità dei soggetti passivi.

LEGGI ANCHE: Come migliorare il rapporto di lavoro con le colleghe

Assertività: le 8 regole per il successo sul lavoro

L’assertività migliora i rapporti lavorativi sia con i colleghi che con gli eventuali clienti con un notevole vantaggio a livello lavorativo, personale e sociale.

Ma come mettere in pratica il comportamento assertivo e quali sono gli atteggiamenti da tenere nelle varie situazioni lavorative? Ecco 8 consigli pratici per poter migliorare la propria quotidianità professionale.

Mai rimandare ciò che si deve fare

Una delle cose che creano più problemi in campo lavorativo è la cattiva abitudine a rimandare continuamente ciò che si deve fare. Quindi perché lo fate? Prova a pensarci, non si tratta di mancanza di tempo ma il timore di sbagliare.

Questo atteggiamento, però non risolve la situazione ma la complica ancora di più. Affrontare prima di tutto le questioni che preoccupano maggiormente libera da un peso e consente di essere più rilassati e soddisfatti di sé stessi.

Prendere ne giuste decisioni

Le persone assertive prendono le cose di petto con tutta la grinta che hanno mettendo da parte ogni timore, anche se c’è. L’assertivo riesce a valutare l’efficacia di una decisione da prendere nel proprio settore lavorativo e non agisce d’impulso, mantiene la calma e riflette rapidamente mettendo a confronto i vantaggi e gli svantaggi di ogni possibile scelta.

Migliora le tue abilità

In ogni campo professionale si deve essere in grado di trattare con fornitori e clienti in modo efficace, questa capacità è un punto vincente. Saper negoziare in modo assertivo vuol dire portare avanti le proprie idee e richieste senza mai calpestare le necessità degli altri.

Gestire i conflitti

Sul lavoro può accadere di non essere d’accordo con le idee dei collaboratori e colleghi, talvolta si arriva perfino allo scontro. In questi casi si può avere un vantaggio dal confronto se gestito in modo assertivo.

Il problem solving è la caratteristica essenziale di una persona assertiva che ricerca le soluzioni piuttosto che la ragione a tutti i costi. Questo atteggiamento non può che essere considerato positivo sia per sé stessi che per l’azienda con una crescita personale, di gruppo e di lavoro, notevole.

Dire di no

Essere sempre accondiscendenti senza mari fare opposizione a ciò che viene stabilito da altri, ordini che non si condividono o mansioni da svolgere che non si ritengono adatte alla propria posizione, è un comportamento tipico dei soggetti passivi.

Queste persone evitano le contraddizioni non perché siano mentalmente carenti ma per evitare qualsiasi motivo di scontro e non avere alcun problema da affrontare. È necessario, invece, imparare a dire NO! Senza aggressività ma con decisione spiegando le proprie idee e motivazioni senza timore.

Mantenere la calma

Non perdere mai le staffe non è semplice, soprattutto quando la situazione si fa pesante o si viene provocati in maniera molto forte. Prendere tempo per decidere e non avere fretta, è una caratteristica dell’assertivo che non agisce senza aver analizzato ogni dettaglio valutando le diverse possibilità di azione. Mantenere la calma anche nelle situazioni di tensione e di emergenza senza mai cedere all’impulso è una mossa vincente dell’assertivo.

Gestire meglio il tempo

Le persone assertive sono prima di tutto soggetti che sanno organizzarsi in ogni ambito e hanno il totale controllo di appuntamenti, date da ricordare e scadenze.

La pianificazione del tempo è una caratteristica fondamentale dell’assertivo che sa programmare il giusto tempo da dedicare a ogni attività professionale. Sul lavoro è fondamentale programmare ogni cosa in modo da ottimizzare il tempo e non creare disagi ai colleghi oltre che confusione e inevitabili ritardi.

Definire gli obiettivi

Per poter raggiungere un traguardo è necessario sapere dove si vuole arrivare. Avere ben chiari gli obiettivi significa poter tracciare la strada che porta al successo.

CONDIVIDI