Come allenarsi in inverno? 4 consigli per combattere il freddo

0
267
come allenarsi in autunno

Come allenarsi in inverno e in generale quando fa freddo? Questa domanda se la pongono molte persone che devono fare i conti con le temperature che iniziano ad abbassarsi e con le giornate che si accorciano. Fare sport è però fondamentale in ogni periodo dell’anno per diversi motivi: aiuta a tenersi in forma e smaltire i chili di troppo, scarica stress e tossine negative, porta una bella ventata di buon umore e rafforza il sistema immunitario.

Tuttavia con meno ore di sole bisogna allenarsi necessariamente al buio o comunque con le luci artificiali, cosa che il nostro cervello percepisce negativamente. La luce infatti influenza direttamente non solo l’umore, ma anche la lucidità e la capacità di reazione, senza dimenticare che allenarsi con temperature gelide non è il massimo. Bisogna dunque dire addio allo sport in autunno e in inverno? Assolutamente no, basta seguire alcuni semplici consigli per tenersi in forma anche nella stagione fredda.

Come allenarsi in inverno? L’abbigliamento “a cipolla”

Un abbigliamento troppo pesante rischia di rendere ingombrante e faticosa l’attività sportiva e di non far traspirare adeguatamente la pelle. Le prestazioni risultano deficitarie e si perde la gioia e l’entusiasmo di fare attività sportiva.

La soluzione è vestirsi a strati, o “a cipolla”, con la possibilità di togliere alcuni indumenti che rischiano di risultare eccessivi quando il corpo inizia a surriscaldarsi. La cosa migliore è optare per indumenti tecnici traspiranti, che fanno respirare la pelle lasciando fuoriuscire l’umidità ma mantenendo il calore corporeo.

Se ti alleni in zone fredde, come la montagna, meglio indossare uno strato intermedio caldo, di lana o di pile, e preferibilmente anche un giubbino termico antivento e traspirante. Da evitare il cotone, che assorbe eccessivamente il sudore e fa raffreddare il corpo.

Le parti del corpo da tenere al caldo sono soprattutto mani, piedi e testa, quindi porta con te guanti, scaldacollo, cappelli, calzamaglie termiche e copricapo. Man mano che ti alleni se avverti che l’abbigliamento è troppo caldo o ingombrante, inizia a levare gli indumenti gradualmente. Concluso l’esercizio non restare a prendere freddo e cambia subito gli abiti intrisi di sudore.

L’importanza dell’idratazione

Quando si fa sport è fondamentale idratarsi, ma durante la stagione freddo cala lo stimolo della sete. Perché succede? Perché il flusso del sangue, per contrastare la perdita di calore corporeo, diminuisce ma senza che il cervello se ne renda conto. I reni inoltre rallentano la produzione di urina e cala notevolmente lo stimolo della sete. In pratica il corpo ha bisogno di idratarsi, ma il cervello non lo percepisce.

Una situazione del genere può portare alla disidratazione che a sua volta può causare crampi muscolari, poca concentrazione, affaticamento precoce, scarsa resistenza alla fatica e aumento della frequenza cardiaca. Devi quindi sforzarti di bere anche se non hai sete, sia prima che durante l’allenamento.

Quanto e come bisogna allenarsi?

Benché l’attività fisica sia importante per tanti motivi, non devi mai superare i tuoi limiti e rispettare il tuo corpo. Evita quindi di sovraccaricare l’organismo con sforzi e carichi eccessivi che non puoi sopportare, favorendo così un rapido recupero. L’ideale sarebbe allenarsi almeno 3 volte a settimana per un periodo che può variare a seconda del tipo di allenamento, del meteo e delle proprie condizioni fisiche.

Se sei sufficientemente allenata e se i tuoi allenamenti non sono particolarmente intensi, puoi tranquillamente allenarti anche tutti i giorni. Evita però di uscire se fuori sta piovendo a dirotto.

Come fare stretching?

Ogni sportivo, prima di allenarsi, fa giustamente stretching. Ma questo vale anche per il periodo autunnale e invernale? No, in tal caso non è consigliabile fare stretching a freddo prima di iniziare l’allenamento. Il freddo è un fattore vasocostrittore e il sangue non fluisce correttamente ai tessuti muscolari. I muscoli quindi non sono elastici e possono incappare in strappi o contratture.

La cosa migliore è fare prima un leggero riscaldamento, magari una piccola corsetta di pochi minuti, per riscaldare i muscoli e i tendini. Quando i muscoli sono sciolti allora è possibile fare un po’ di stretching.

Allenarsi col freddo aumenta il rischio di ammalarsi?

Per concludere facciamo una considerazione: quando si fa sport è importante essere informati e consapevoli per allenarsi nel modo giusto. Proprio per questo motivo è opportuno sfatare un falso mito: non è vero che allenandosi con il freddo aumenta il rischio di ammalarsi, anzi è esattamente il contrario. Facendo allenamento nei mesi freddi si riduce il rischio di incappare in malanni e influenze di stagione.

L’esercizio fisico infatti potenzia il sistema immunitario, che quindi riesce a resistere meglio agli attacchi dei batteri e dei virus influenzali di stagione. Piuttosto sovraccaricare il proprio organismo, effettuare allenamenti ravvicinati e non rispettare i tempi di recupero indebolisce il sistema immunitario ed espone il corpo ad infezioni e malattie di stagioni.

Va bene allenarsi, ma sempre con criterio e senza mai superare i propri limiti nel rispetto del proprio organismo.

Foto: Pixabay

Articolo precedenteTatuaggi per donne lavoratrici: quando rappresentano un problema?
Articolo successivoCos’è l’employer branding e perché è utile per la tua azienda
Pina Tamburrino
Presidentessa Osservatorio Mondo Retail - MagicStore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui