Come chiedere un aumento anche in periodo di crisi: 10 consigli pratici ed efficaci

Chi non ha mai pensato a chiedere un aumento o una promozione? Sicuramente molti ci hanno rimuginato per molto tempo ma forse non hanno avuto il coraggio per farlo.

D’altra parte spesso subentra la vergogna ed altri sentimenti che bloccano, specie in periodi di crisi economica generale, ma ecco 10 consigli pratici perfetti ed efficaci per chiedere un aumento anche in periodi difficili.

LEGGI ANCHE: Come affrontare la riorganizzazione aziendale e il demansionamento

Valutare le condizioni economiche dell’azienda o attività

Ovviamente prima di sbilanciarsi e chiedere un aumento economico è bene capire se l’attività o l’azienda per la quale si lavora è in crisi o meno. Se lo fosse è meglio attendere tempi migliori e magari raggirare la questione proponendosi per u ruolo diverso che potrebbe anche rendere più snello il lavoro di altri dando qualche spunto per maggiori introiti.

Raccogliere informazioni e proporsi per altri simili

Come detto prima meglio verificare se ci siano ruoli meglio pagati e che si possono ricoprire: prima di chiedere bruscamente un aumento senza magari giustificarlo è consigliabile “raggirare” la questione.

Non solo, è anche bene consultare le aziende trova lavoro, guardare su siti specifici e vedere se la propria mansione è richiesta e se ci sono aziende che pagano meglio per le stesse ore e ruolo. Si può anche valutare di cambiare posto di lavoro o di far notare al capo queste differenze.

Giustificare l’aumento

Prima di intraprendere una negoziazione è bene anche trovarsi preparati e pensare ad un discorso completo ed esaustivo, cioè far comprendere le ragioni per le quali si chiede un aumento.

Non solo, sarà necessario anche definire i propri punti di forza, sottolineare i risultati raggiunti facendo esempi concreti legati alla propria mansione fino ad oggi svolta nel migliore dei modi.

Esporsi al momento giusto

Per chiedere un aumento e avere la certezza che andrà a buon fine, e lo auguriamo a tutti, è bene trovare il momento giusto nel quale esporsi e fare la richiesta specifica.

Come detto prima se l’azienda è profondamente in crisi forse è meglio attendere, ma anche quando il capo è nervoso o ha avuto notizie poco favorevoli anche di carattere personale è il caso di rimandare.

Infine, scegliere pure il momento ad hoc per l’aumento vuol dire non mettere la realtà lavorativa in condizioni sfavorevoli o minacciare di licenziarsi, stare in malattia e cose simili è controproducente.

Mostrarsi affidabili e gentili

Per chiedere l’aumento o un cambio di ruolo è necessario curare anche la forma e i propri modi: essere gentili, comprensivi e maturi è sicuramente l’arma migliore.

È preferibile essere sinceri ma usare le buone maniere ed eseguire il proprio lavoro al meglio sempre, d’altra parte proprio il lavoro nobilita l’uomo e godere di un buon posto è sacro.

Controllare le emozioni

Un altro aspetto importante riguarda le emozioni, avere un certo self-control infatti aiuta sempre ed è importante sapere dall’inizio che non è scontato ricevere un aumento.

Mentre si discutono le proprie ragioni, si mostrano i risultati, si tratta su eventuali possibilità è importantissimo evitare di lamentarsi, di alzare la voce, di mostrarsi nervosi e arroganti.

Gli aumenti o eventuali agevolazioni vengono erogate a chi si dimostra meritevole: è un punto fondamentale da tenere sempre a mente.

Essere aperti alla trattativa

Mostrarsi aperti e disponibili a trovare una soluzione che vada bene ad entrambi è un ottimo mezzo per raggiungere un accordo e, chissà, magari anche l’aumento tanto desiderato.

Si potrà magari proporre un cambio di ruolo, di mansione, di turno, tutto dipende dal tipo di lavoro svolto, dall’azienda, dalle competenze, dal modus operandi dell’impresa stessa.

Ringraziare per la disponibilità

Dire grazie non è scontato e comunque, in caso si raggiunga la concessione di un aumento o meno, è buona educazione farlo sempre.

Si potrà ringraziare sul posto e di persona se si tratterà direttamente col titolare, oppure sarà gradita anche una e-mail formale perché è testimonianza di maturità, serietà sul lavoro e nella vita e responsabilità.

Non coinvolgere i colleghi

Nonostante si possano avere idilliaci rapporti con i colleghi è meglio evitare di parlarne troppo con terze persone; chiedere un aumento è una questione delicata e ci potrebbero essere talpe, la voce potrebbe correre e arrivare distorta alle orecchie del capo.

Mostrarsi degni di fiducia

Se si otterrà l’aumento o la gratificazione desiderata ovviamente sarà fondamentale dimostrarsi all’altezza del compito, essere grati e lavorare sodo.

Bisogna far comprendere ai titolari o superiori che questo premio è stato meritato, che si è professionali, seri e impeccabili lavorativamente parlando.