5 consigli per far sentire i tuoi dipendenti più sicuri di loro

Un’azienda con dipendenti motivati e sicuri di loro è un’azienda con una marcia in più. In un periodo fortemente concorrenziale, è importantissimo riuscire a migliorare tutti gli aspetti di un’attività, compresi quelli legati all’organico. Un lavoratore non è un’entità a sé e può dare il massimo se caricato al punto giusto.

Riconoscere i meriti

Non c’è nulla di più deleterio di un lavoratore demoralizzato. È fondamentale riconoscere i meriti del singolo e premiarlo, così che possa essere spronato a ripetersi (oltre a creare una piccola competizione tra colleghi). Tutti amano sentirsi vincitori, specialmente quando sanno di aver dato il meglio di sé, ecco perché è bene sorvegliare e monitorare il lavoro svolto.

Il valore del riconoscimento è un aspetto che non deve mai essere sottovalutato, in questo piccolo gesto si riconosce una mansione ben svolta, un’azione da ripetere, un ottimismo che carica l’anima e trasmette vibrazioni positive al ricevente. Basterà una pacca sulla spalla, una mail personalizzata o semplicemente un piccolo caffè offerto con una frase di ringraziamento. Un messaggio gratuito che ma che conta molto.

Inserire il gioco nel lavoro

Una delle novità più interessanti nelle aziende è la tecnica che inserisce elementi del gioco così da spronare i dipendenti. In poche parole vengono forniti una serie di distintivi che si sbloccano al compimento di un obiettivo, fino ad arrivare al livello massimo a cui corrisponde un premio. Il trofeo può essere assegnato mensilmente o al raggiungimento dell’obiettivo più importante.

Tutti i dipendenti desiderano qualcosa, che sia una piccola vacanza o un elettrodomestico. In tal modo loro avranno ciò che desiderano e l’azienda registra un aumento prolifico del lavoro. Nessuno resterà scontento, al contrario, sarà ancora più motivato nell’eccellere. Collezionando distintivi e premi, il lavoratore insicuro cambierà gradualmente atteggiamento e si sentirà molto più bravo e apprezzato.

Migliorare lo spirito di squadra

Una delle motivazioni per cui un dipendente non si sente sicuro è a causa del comportamento dei suoi colleghi. Non si può costringere le persone ad allacciare amicizie sul luogo di lavoro ma si può cercare di farle conoscere meglio così che si apprezzino.

A tal proposito, una delle strade più comuni per un’azienda è creare un’esperienza di gruppo, ad esempio un’escape room! L’escape room è un gioco che dura circa 30 minuti, in cui un piccolo gruppo di persone dovrà affrontare una serie di dilemmi per poter scappare dalla stanza chiusa.

Un’escape room permette ai dipendenti di collaborare tra loro, di cercare un leader naturale (in base ai meriti, perciò potrebbe essere una persona diversa dal leader in ufficio) e dare un apporto alla causa, anche se minimo. Questa piccola avventura riuscirà a far sentire tutti utili e risulterà, al tempo stesso, molto divertente per i partecipanti. L’utilità consegue anche in azienda, dove i dipendenti sapranno di poter collaborare e poter chiedere aiuto qualora ne sorgesse l’esigenza.

Più autonomia per tutti

Se i dipendenti sono abituati a dover seguire delle direttive precise, senza avere nessun tipo di mansione autonoma, la loro sicurezza verrà affossata in maniera indelebile. Gli errori capitano ed è fondamentale compierne per poter capire pienamente il lavoro ed evitarli in futuro. Donare autonomia significa godere di un team sicuro di sé e autosufficiente a lungo andare, potrebbe essere percepito quasi come un investimento.

Un ambiente con un leader tolitarista è un ambiente malsano da cui tutti vorranno scappare prima o poi, senza talento e senza possibilità di progredire. Il modello antiquato del leader che dirige e comanda è ormai superato perciò è bene liberarsi da questo dogma e procedere verso la strada giusta.

A ogni dipendente la sua motivazione

Ci sono dipendenti che si creano obiettivi specifici, altri che hanno bisogno di una guida ferma. Ognuno ha in sé una motivazione che, se spronata, può donare il meglio.

Il ruolo di un bravo leader è quello di comprende i bisogno di ognuno e adottare una linea diversa così che il soggetto riesca a lavorare in maniera ottimale. Ovviamente ciò significa conoscere il singolo e potrebbe richiedere tempo ma, una volta ottenuto il profilo personale, è una strada in discesa.