Come fare carriera senza perdere la propria femminilità

Per una donna che muove i primi passi nel mondo del lavoro, oppure che cerca di farsi strada, è normale essere circondata da un mare di colleghi e superiori uomini, che competono apertamente per primeggiare nei propri risultati, magari utilizzando anche uno stile di comunicazione diretto e aggressivo, che non è tipico del genere femminile.

È naturale pensare che conformandosi a questo stile di management, storicamente associato al raggiungimento del successo, sia la strada da seguire. Ecco perché molte donne, per farsi largo nell’universo professionale, tendono a copiare lo stile di leadership maschile, andando a sacrificare la propria femminilità.

In realtà, essere più fedeli a se stesse, evidenziando i propri lati femminili e portando passione ed empatia sul posto di lavoro, può avere molti vantaggi, come vedremo di seguito.

LEGGI ANCHE: Come emergere in un ambiente lavorativo dominato da uomini

Un look personale per distinguersi ed esprimersi

Le giovani donne che si approcciano al mondo del lavoro sono state nel corso degli anni portate a cercare di legittimarsi agli occhi di un pubblico spesso ostile, come quello dei colleghi maschili, mettendo una maschera.

Ciò poteva tradursi anche solo semplicemente nella scelta di indossare un tailleur scuro con spalline e capelli raccolti in chignon rigorosi. Eppure, oggi ci rendiamo conto che quelle uniformi erano, appunto, la ricerca di un’uniformità, a sottolineare il diritto di entrare nelle stanze dei bottoni alla pari della stragrande maggioranza di colleghi maschi.

Le donne che oggi vogliono fare carriera non devono più confondere la professionalità, che deve apparire anche nel look, con la necessità di perdere il proprio stile femminile. Con sobrietà, ogni donna può fare dell’abbigliamento un punto di forza, utile a comunicare sensazioni positive.

Di fronte a una cliente donna, inoltre, l’abbigliamento può rappresentare uno stratagemma per rompere il ghiaccio e fare conversazione. Invece di conformarsi, non rinunciare alla propria femminilità rappresenta un ottimo modo per distinguersi.

Nel mondo del lavoro attuale, esiste molto spazio per riuscire a far valere i propri punti di forza. Una donna che vuole emergere nel mondo del lavoro può trovare quella formula personale, che si divide tra professionalità e libera espressione, per non rinunciare alla propria femminilità.

Un senso profondo di femminilità sul lavoro

Le qualità considerate per tradizione femminili – l’empatia, l’inclusione, la sensibilità e l’intuito – si stanno pian piano facendo largo nel mondo professionale, in un processo che forse un giorno le vedrà riconosciute alla pari delle caratteristiche considerate maschili, che si traducono in uno stile diretto, competitivo e assertivo.

Premettiamo che è importante non generalizzare: ci sono molti uomini che incarnano le qualità femminili e donne che possiedono caratteristiche più maschili. Per tradizione, tuttavia, queste proprietà vengono associate ai due generi.

Per chi si sente a proprio agio con la propria femminilità, un ottimo modo per esprimerla sul lavoro è quello di includere le doti tipicamente femminili nella gestione della ruotine quotidiana. Ciò comporta un valore aggiunto all’interno di un gruppo di lavoro, portando alla risoluzione di conflitti in modo creativo, a una salda coesione tra colleghi e anche a connessioni più profonde e autentiche con i clienti.

Femminilità, infatti, non significa solo potersi concedere qualche libertà di espressione con l’abbigliamento, bensì poter includere nel mondo del lavoro un modello di gestione femminile, che prima veniva associato esclusivamente all’ambiente domestico.

Dalla femminilità all’autenticità, verso un nuovo modello

Se fino a qualche anno fa la maggioranza delle donne in cerca di crescita professionale tendeva a disconnettersi dalla propria femminilità, anche in virtù di una maggiore capacità di adattamento tipicamente femminili, oggi emerge un nuovo paradigma di donna di successo, che fa propri strumenti potenti che già possiede, ma che prima erano derisi nel mondo del lavoro.

Una donna che si sente a proprio agio con la sua femminilità diventa irresistibilmente affascinante. E non ha più bisogno di nasconderla o di adottare atteggiamenti tipicamente maschili. In fondo, il segreto della sicurezza degli uomini sul lavoro è anche questo: non avendo mai dovuto sforzarsi di adottare altri stili di gestione, hanno potuto acquisire un potere naturale.

Le donne potenti, il cui successo deriva dalla connessione con l’essenza femminile, hanno compreso che l’autenticità della propria natura permette di liberarsi della paura e diventare inarrestabile sul lavoro.

Immagine di copertina: pixabay.com