Come trovare un lavoro migliore senza perdere quello vecchio

Ti stai chiedendo come trovare un lavoro migliore, ma hai paura di essere poco cauta e di compromettere quello attuale? Non ti preoccupare, non sei la sola.

Capita spessissimo che le dipendenti si annoino del proprio lavoro e che cerchino un’alternativa, ma è altrettanto comune che vengano scoperte nel farlo.

Magari proprio nel momento in cui l’interesse per il tuo lavoro cala il tuo responsabile prende la decisione di licenziarti. Per vivere un cambio di questo tipo nel modo migliore, che tu sia madre di famiglia o che tu sia alle tue prime esperienze di lavoro, ti forniamo una guida per non rischiare di rimanere senza uno stipendio.

Come trovare un lavoro migliore: valuta tutti i ruoli che l’azienda presso cui lavori ti offre

Ancor prima di pensare di lavorare altrove è consigliabile valutare quali sono i ruoli che puoi ricoprire nell’azienda presso la quale sei attualmente occupata. Seppure il lavoro non ti appaga, ciò non significa che tutti i ruoli siano equivalenti.

Poni attenzione a quelle che sono le alternative più vicine. Jayne Mattson, vicepresidente di Keystone Associates, suggerisce: “Innanzitutto, chiedetevi perché avete pensato di lasciare il proprio lavoro e se ci sono possibilità di migliorare la situazione in cui vi trovate”.

Cosa significa questo? Non rendere pubblica a tutti la tua intenzione. È comunque importante confrontarsi con persone fidate, ancor meglio se queste fanno parte del tuo corpo di lavoro, ma fai attenzione che di queste ci si possa realmente fidare. In alternativa parlane in famiglia o con amici: più ti confronti e più riesci a renderti meglio conto della situazione che stai vivendo.

Spesso durante le ore di lavoro è possibile trovare comportamenti dei tuoi colleghi che siano inadeguati o condizioni di lavoro non adatte. Per questa ragione, identificando le cose che non sono di tuo gradimento, se ne può discutere senza parlare in modo vago con gli altri dipendenti ed eventualmente avanzare una proposta collettiva al proprio datore di lavoro.

È fondamentale comprendere se ci sono cose che possono essere migliorate nel proprio ambiente di lavoro, ancora prima di decidere di voltare pagina e scorrere oltre.

Riprendi i vecchi contatti di lavoro

Senza fare passaggi troppo bruschi, puoi iniziare a sondare il terreno riallacciando vecchi contatti di lavoro nella massima discrezione. Potrebbe darsi che le tue condizioni di lavoro, seppure non adeguate, siano addirittura meglio della concorrenza. Per questo motivo può essere utile recuperare vecchi contatti di lavoro o di persone che lavorano presso un’azienda che magari potrebbe essere di tuo interesse, per capire e confrontare le varie opzioni e fare le tue valutazioni.

Altrettanto importante è recuperare i contatti degli ex datori di lavoro poiché, se il vostro rapporto di collaborazione si è concluso in modo pacifico e civile, per loro sarebbe più semplice il processo di integrazione nell’azienda. Tu infatti già sai come si lavora in quel contesto e quali sono le attenzioni da tenere in considerazione. Potrebbe essere comunque necessario, talvolta, dovere seguire dei corsi di aggiornamento.

Oltre a ricontattare aziende che ti hanno assunto già in precedenza, è consigliabile anche inviare nuovamente il curriculum a quelle aziende che ti hanno precedentemente scartate. Nel corso degli anni hai sicuramente fatto esperienza e assimilato nuove competenze e nozioni, rendendo il tuo CV sicuramente più appetibile.

Mantieni riservata la ricerca di un nuovo lavoro

Seppure mentire al proprio capo non è mai una scelta sensata, in questa situazione potrebbe essere comunque una condizione necessaria. In generale è buona norma mantenere la propria riservatezza. Se però hai fiducia del tuo capo e il vostro rapporto è sano, allora potrebbe essere una scelta logica quella di non nascondergli l’interesse per un nuovo lavoro. Anzi, potrebbe essere addirittura lui/lei a fornirti dei suggerimenti o proporti dei ruoli presso la stessa azienda di tuo maggiore interesse.

Tuttavia, se il tuo capo ti chiede se stai cercando un nuovo lavoro, seppure la vostra relazione non è di fiducia, non è conveniente mentire. Sempre meglio essere chiari con il proprio datore di lavoro.

Non cercare lavoro mentre stai lavorando!

Il miglior modo per essere scoperti che stai cercando un nuovo lavoro è proprio non fare correttamente quello attuale! Seppure è comprensibile che tu non riesca a lavorare serenamente in un ambiente poco stimolante e dove non ti senti apprezzata, questo non ti esime dalle responsabilità e dalle mansioni per le quali sei stata assunta e vieni pagata.

Fai le tue ricerche nel tempo libero e vedrai che riuscirai a mantenere il tuo lavoro senza rischiare di perderlo.

Come trovare un lavoro migliore: sfrutta i social

È incredibile quanto i social siano cresciuti e di quanto essi siano potenti, anche per la ricerca di lavoro. Ormai le aziende li sfruttano per aumentare la propria visibilità o per raggiungere specifiche categorie di persone per completare il personale.

Se stai cercando lavoro, fallo attraverso anche queste piattaforme. Ti renderai conto che le opzioni sono veramente tante e la richiesta pure, basta saperle usare nel modo giusto.

Non parlare male dell’attuale datore di lavoro

Seppure il lavoro per cui sei occupata non ti piace, non è mai conveniente parlare male pubblicamente del tuo datore di lavoro. Si consiglia di usare, in generale, un tono neutro. Nessuna azienda ti assumerà sapendo che puoi portare cattiva luce sul progetto o che tendi a parlare male dei tuoi precedenti datori di lavoro.

Foto: Pixabay

CONDIVIDI
Presidentessa Osservatorio Mondo Retail - MagicStore