Comunicazione femminile efficace: i segreti della PNL

Quando si tratta di comunicazione, la donna ha una marcia in più rispetto all’uomo per la sua maggiore capacità di empatizzare e di cogliere i segnali non verbali.

Per una comunicazione femminile efficace si può ricorrere alla PNL (programmazione neuro-linguistica), una metodologia finalizzata a cambiare in meglio pensieri, comportamenti e modi di fare delle persone per conseguire gli obiettivi desiderati.

La PNL nacque negli anni ’70 e fu sviluppata dallo psicologo Richard Bandler ed il linguista John Grinder, spinti dalla convinzione di poter identificare modelli di pensiero e comportamenti di individui di successo, per poi insegnarli ad altre persone.

In pratica è un modello imitativo con una struttura chiara, comprensiva di tutti i comportamenti di successo da applicare in vari ambiti: lavorativo, affettivo, sociale, ecc. Nei seguenti paragrafi ci concentriamo sulla PNL applicata all’universo femminile.

LEGGI ANCHE: Come stimolare il talento femminile che si cela in ogni donna

Come utilizzare la PNL?

Puoi sviluppare gli atteggiamenti legati alla PNL seguendo un corso oppure studiando in totale autonomia leggendo i numerosi libri presenti sull’argomento, dotati spesso anche di esercizi da mettere in pratica nella vita di tutti i giorni.

Talvolta sono le stesse aziende che iscrivono le loro dipendenti e manager a corsi della PNL, per sviluppare meglio ed ottimizzare le loro capacità, che a volte restano inespresse.

La PNL parte dal presupposto che ogni comportamento può avere un modello a cui ispirarsi, per essere plasmato e rimodellato in base alle diverse circostanze. Azioni ed atteggiamenti sbagliati vengono quindi lentamente rimossi, per fare spazio a modelli comunicativi efficaci e vincenti.

In questo modo puoi migliorare la tua capacità di comunicare, trattare, negoziare, scegliere ecc. Il cervello riceve una sorta di manuale da consultare in base alle diverse situazioni che possono verificarsi durante la giornata lavorativa, scegliendo la soluzione migliore di volta in volta.

Questa metodologia permette non solo di migliorarsi sul piano lavorativo, ma anche su quello personale poiché aiuta a gestire ansie, fobie e stress che incidono sulla sfera pubblica e privata della vita di ogni persona.

Comunicazione femminile efficace: come comprendere e adattarsi alle diverse tipologie di persone

Quando si interagisce con una persona, è importante capire a quale categoria comunicativa appartiene. Se ne possono individuare 3: visive, auditive e cinestetiche.

Le persone visive parlano in modo veloce, muovono molto le mani quando dialogano e privilegiano il senso della vista. Generalmente usano frasi come “mi sembra chiaro che…”, “ho visto che…” ecc.

Le persone auditive tendono a modificare il tono della voce in base alle varie circostanze e si muovono poco mentre parlano. Usano spesso frasi come “ho sentito che…”, “molti hanno sentito che…” ecc.

Infine ci sono le persone cinestetiche che parlano lentamente ed hanno bisogno di un continuo contatto fisico. Sono solite iniziare i loro discorsi con “percepisco che…”, “avverto che…” ecc.

I tuoi atteggiamenti e gli approcci vanno quindi mutati a seconda della persona che hai di fronte, empatizzando con lei ed imitandone i gesti ed i modi di fare.

In questo modo riuscirai ad instaurare un perfetta sintonia e l’interlocutore tenderà a fidarsi maggiormente di te.

L’importanza dei movimenti oculari

Un altro aspetto fondamentale riguarda i movimenti oculari, che sono spesso riflessi incondizionati e non gestibili. Studiare il movimento degli occhi può rivelare cose che non riusciresti a scoprire neanche dopo ore di conversazione.

Quando pensiamo ad un’immagine, gli occhi tendono ad andare verso l’alto; se pensiamo ad un suono, gli occhi vanno da destra o a sinistra; quando invece pensiamo ad un’emozione, gli occhi vanno verso il basso.

Per i destrorsi gli occhi dell’interlocutore vanno verso destra se sta raccontando un fatto vero che ricorda bene. Diversamente, se gli occhi puntano verso sinistra, probabilmente sta mentendo o semplicemente sta provando a ricostruire un’immagine che non ricorda bene.

Comunicazione femminile efficace: finalità della PNL

La PNL ha trovato un’ampia diffusione in diversi campi grazie alla sua versatilità.

In campo lavorativo migliora non solo l’approccio e l’interazione con le altre persone, ma aumenta la produttività sul lavoro e la motivazione generando maggiore autostima e fiducia nei propri mezzi.

Migliorando le capacità comunicative, puoi trarne vantaggio non solo nella vita lavorativa ma anche nella sfera privata, ponendoti come persona affidabile capace di gestire perfettamente incarichi di alta responsabilità.

La PNL ti aiuta infine a fare un lavoro di introspezione, rimuovendo i pensieri negativi associati ad un evento passato che ti porti dietro come una palla al piede e di cui non riesci a liberarti. Ne trarrai beneficio anche da un punto di vista psico-fisico, guardando al futuro con maggiore fiducia e senza paure recondite.

Fonte foto: pixabay