Cos’è la work life harmony: come conciliare vita privata e lavorativa

0
68
cos'è la work life harmony

In un mondo così convulso e frenetico diventa sempre più problematico trovare un equilibrio tra vita privata e vita professionale, che spesso si sovrappongono e si confondono tra di loro. Per questo motivo è opportuno capire cos’è la work life harmony, un concetto leggermente diverso dalla work life balance.

La work life balance è un modo per dividere in maniera equa il tempo da dedicare al lavoro e al tempo libero; la work life harmony invece prevede una vera e propria integrazione del lavoro nella vita personale, così da avere successo in entrambi i contesti della vita. In sostanza punta ad armonizzare la propria energia e concentrare la propria forza verso obiettivi e bisogni lavorativi e personali.

Cos’è la work life harmony e come applicarla

La work life harmony cerca di integrare in modo flessibile il lavoro e la vita personale, consentendo alle persone di non dover fare rinunce eccessive e di perseguire i loro obiettivi in ogni settore in modo armonioso, soddisfacente e senza troppi assilli.

Per riuscirci bisogna calibrare la propria vita e in particolare alcuni comportamenti. Magari si possono adottare pratiche di lavoro flessibili, ad esempio lavorando a casa quando possibile, stabilire confini netti tra lavoro e vita privata e ancora promuovere un ambiente di lavoro che supporti il benessere personale e quello dei dipendenti.

In questa nuova prospettiva dunque il lavoro e la vita privata non sono in antitesi tra di loro, ma anzi sono integrati e possono coesistere per portare alla soddisfazione e alla serenità della persona. Avere successo nella vita privata contribuisce positivamente anche sulla vita lavorativa, e viceversa.

Bisogna quindi trovare un modo per far coesistere pacificamente il lavoro e gli altri aspetti della vita, affinché si completino a vicenda anziché competere tra di loro.

Quali sono i vantaggi?

Concentrarsi nella ricerca della perfetta armonia tra vita personale e lavoro, ponendo al centro i propri obiettivi, aiuta a prevenire criticità tipiche come stress, irritabilità, insonnia e sindrome da burnout. Un maggiore equilibrio tra vita personale e lavoro porta ad un miglioramento generale del benessere emotivo, fisico e mentale.

Le persone felici e soddisfatte nella loro vita personale sono anche più produttive e motivate sul posto di lavoro, con un miglioramento generale della qualità del lavoro svolto. Gestire in modo efficace il tempo a disposizione e gli impegni lavorativi e personali aiuta a ridurre le pressioni e a non essere sopraffatti.

Anche le aziende che adottano politiche di work life harmony possono trarre grandi benefici, oltre alla maggiore produttività dei lavoratori e ad una migliore qualità generale del lavoro. Le aziende che adottano politiche finalizzate a salvaguardare la salute e il benessere dei dipendenti sono più attrattive agli occhi dei lavoratori e dei migliori talenti del settore. Di conseguenza aumenta anche la employee retention, cioè la capacità di trattenere il personale in organico e ridurre quindi l’assenteismo e il turnover. Tutto questo porta ad una maggiore fedeltà aziendale e ad una cultura aziendale più positiva nel complesso.

Inoltre adottare pratiche di lavoro flessibili e promuovere la work life harmony consente alle persone di gestire al meglio i loro impegni personali e professionali. Tra queste possono rientrare lavoro da remoto, orari di lavoro flessibili e altre modalità che consentono alle persone di bilanciare meglio le proprie esigenze.

Consigli utili per le donne lavoratrici

Una volta compresa cos’è la work life harmony, indichiamo adesso alcuni consigli utili soprattutto per le donne lavoratrici che devono fare le equilibriste tra impegni lavorativi, faccende domestiche e impegni personali. Per avere una maggiore consapevolezza della work life harmony dovresti chiederti perché stai facendo una determinata attività, perché a quell’ora e perché in quel modo.

Se infatti ragioni sul perché ti sarà più facile concentrare le tue energie e canalizzarle verso gli obiettivi che ti sei posta, raggiungendo uno stato di armonia nella vita lavorativa e quella privata.

Per prima cosa devi porti delle priorità tra gli obiettivi che intendi raggiungere. Arriverà il momento in cui devi rinunciare a qualcosa e, in quell’occasione, devi decidere qual è la tua priorità e qual è la cosa che desideri maggiormente. In funzione di ciò saprai come redistribuire meglio il tuo tempo e le tue energie. Chiediti cosa ti rende davvero felice e agisci di conseguenza.

Una volta che hai deciso le tue priorità, concentrati su quello che stai facendo “hic et nunc”. Non pensare a quello che devi fare dopo, ma goditi quel momento e sii presente per viverlo fino in fondo per essere motivata e soddisfatta.

Devi poi essere flessibile, cosa che viene piuttosto naturale ad una donna che ha nel multi-tasking una delle sue peculiari caratteristiche. Viviamo in un mondo frenetico, sottoposto a continui cambiamenti. Anche le tue priorità potrebbero quindi cambiare vorticosamente, perciò devi avere una mente aperta e flessibile per adattarti e riorganizzarti rapidamente di fronte a nuove sfide o improvvisi cambiamenti.

Infine concediti di tanto in tanto delle pause per mettere in stand-by il cervello e fare il pieno di energie. Fai sport, fai yoga, dormi o comunque fai qualcosa che ti fa rilassare completamente e che ti consenta di staccare completamente la spina per un po’. Anche volersi bene e coccolarsi fa parte del processo che porta alla work life harmony.

Foto: Pixabay

Articolo precedenteCome applicare la regola del minuto per tenere pulita la casa
Articolo successivoCos’è la dipendenza da scrolling e come difendersi
Pina Tamburrino
Presidentessa Osservatorio Mondo Retail - MagicStore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui