Galateo green: le sane abitudini per rispettare la natura

Nei mesi scorsi il dibattito sociale e culturale e politico ha visto come protagonista Greta Thunberg, la giovane studentessa di origini svedesi e attivista ambientale che ha  avuto il merito, con grinta e tenacia, di aver smosso le nostre coscienze sulle responsabilità che ognuno di noi ha per i cambiamenti climatici e l’inquinamento.

Il messaggio di Greta è un appello alla consapevolezza per ognuno di noi: ciascuno può fare la sua parte, dare il proprio contributo per ridurre l’impatto ambientale, proteggere la natura e difendere gli animali a rischio di estinzione.

Ho riflettuto molto sul nostro essere “green” e sono arrivata alla conclusione che anche nelle piccole abitudini domestiche, nelle azioni quotidiane anche più insignificanti si può nascondere un significato ambientale.

Avere rispetto per l’ambiente significa avere rispetto del prossimo, significa porsi in modo intelligente anche nei confronti degli altri!

Per questo ho elaborato per te un piccolo galateo green, delle piacevoli abitudini a impatto zero che fanno bene al pianeta! Rispettare l’ambiente è prima di tutto un fatto di educazione!

Stop a bicchieri e stoviglie di plastica

Entro il 2021 sulle nostre tavole non ci sarà più la plastica monouso e molte catene di supermercati hanno anticipato quello che sta diventando un obbligo di legge proponendo prodotti in materiale riciclabile e compostabile.

Anche tu per una cena informale con amici puoi cominciare a dare il buon eco-esempio per ridurre i danni che sta provocando la plastica su tutto il pianeta. Il monouso ecologico propone piatti in polpa di cellulosa, in foglia di palma o cartoncino riciclato tutto naturalmente plastic free.

Non sprecare l’acqua

L’acqua ha un importantissimo valore non soltanto ecologico ma anche economico e sociale. Sprecare acqua è dannoso per l’ambiente ma è anche una mancanza di rispetto nei confronti del prossimo che nasce da abitudini sbagliate.

In condominio non sprecate acqua per innaffiare eccessivamente il giardino o sperperare acqua potabile per lavare la macchina. In casa attenti ai rubinetti che scorrono troppo facilmente quando lavate i denti e fate la doccia o quando sciacquate i piatti.

Utilizza cosmetici cruelty free

I cosmetici non testati sugli animali sono riconoscibili dal logo di un coniglietto e dalla dicitura  “LAV – dalla parte degli animali” e rispondono alle norme di un disciplinare che a livello internazionale indica ai consumatori quali sono le aziende che producono cosmetici senza sperimentare sugli animali.

I cosmetici e i prodotti per l’igiene personale rispondono del loro impegno cruelty free in quanto alla sperimentazione e alla vivisezione ma non con riferimento all’utilizzo di ingredienti di origine animale.

Per questo bisogna controllare nella lista degli ingredienti utilizzati tenendo conto di alcuni nomi commerciali come ad esempio la cera d’api che è indicata come cera alba o bees wax, oppure il collagene o il sego bovino (sodium tallowate) utilizzato soprattutto nelle saponette.

Le buone abitudini moderne sono quelle che non rinunciano a rispettare la natura: essere eco-friendly in fondo significa avere rispetto per la Terra e per gli altri, vivendo in pace anche con noi stessi.