Viaggi in aereo: come superare la paura da contagio

Superata la fase di lockdown, l’Italia prova a ripartire con la riapertura di tutte le attività: locali, ristoranti, negozi, pub e viaggi in aereo. Dopo oltre 2 mesi barricati in casa, la voglia di uscire e soprattutto di viaggiare è tanta, anche perché la bella stagione è alle porte.

Molti italiani hanno deciso di restare in Italia per le vacanze estive, un po’ per risollevare l’economia italiana e darle una boccata d’ossigeno ed un po’ per l’incertezza dei possibili sviluppi futuri. I viaggi in aereo saranno quindi ridotti, ma sicuramente non eliminati.

Al di là dei turisti, bisogna anche considerare che ci sono manager e professioniste che per lavoro devono prendere l’aereo, l’unico mezzo possibile per raggiungere in breve tempo mete estere o anche italiane. Ecco quindi che subentra adesso un altro problema: come superare la paura di contagio in volo?

Quali misure stanno adottando le compagnie aeree?

Le compagnie aeree si sono “allenate” nel periodo di pandemia nell’utilizzo di sistemi di sanificazione per evitare il contagio da Covid-19.

La prima soluzione adottata è la sanificazione degli aerei dopo ogni volo con l’utilizzo di guanti, tute, mascherine e disinfettanti da parte di squadre specializzate. Già questo dovrebbe rasserenare le persone più ansiose.

Per garantire un risultato efficiente si utilizzano gli stessi disinfettanti impiegati nelle strutture sanitarie, come l’MD-125 ed il Viraclean, che offrono una sanificazione più approfondita anche se richiedono tempi di permanenza a terra dell’aereo più lunghi.

La disinfezione riguarda principalmente i sedili, le cinture, i tavolinetti, le cappelliere e le ventole dell’aria condizionata, cioè quegli accessori toccati da più persone.

Le riviste dovrebbero sparire, quindi in previsione di viaggi brevi o lunghi ti consiglio di portare un buon libro da leggere in viaggio.

Sarà ridimensionato anche il servizio di bordo e non saranno più consegnati cuscini né asciugamani rinfrescanti nei voli internazionali. Anche il servizio consegna bevande sarà interrotto, fatta accezione per le bottiglie di acqua.

Il personale di volo sarà dimezzato ed anche il numero di passeggeri per garantire il distanziamento tra una persona e l’altra. Hostess e steward saranno dotati di mascherine, guanti, disinfettanti a base di alcool e gel igienizzante ed istruiti per monitorare le condizioni di salute dei passeggeri ed intervenire in caso di sospetti contagiati.

Alcuni scienziati della Columbia University stanno studiando come usare le luci ultraviolette per sanificare gli ambienti degli aerei senza nuocere alla salute umana, mentre la Boeing sta sperimentando una toilette che si sanifica da sola in meno di 3 secondi. Ottime iniziative, per le quali però bisogna attendere un po’.

Distanziamento in aeroporto

All’interno degli aeroporti bisogna mantenere almeno un metro di distanza dalle altre persone, evitando assembramenti. Più facile a dirsi che a farsi, soprattutto lungo le code per il check-in e l’imbarco.

I movimenti in entrata ed uscita dovranno essere diversificati, quindi la mobilità interna dello scalo sarà riprogettata dalle compagnie aeree per evitare contatti.

Si sta valutando l’ipotesi di effettuare screening di massa ed usare termoscanner per rilevare le temperature negli scali, con un’implementazione dei controlli biometrici.

A tal proposito qualcuno ribatte che si rischia di violare la privacy altrui, ma sinceramente è meglio cedere un piccolo pezzo della propria vita privata piuttosto che rischiare nuove ondate di contagio.

Consigli utili per viaggi in aereo

Le compagnie aeree stanno adottando tutte le precauzioni necessarie per garantire un volo sicuro e ridurre il rischio contagi, ma anche i passeggeri devono fare la loro parte.

Per viaggiare senza paura devi avere a portata di mano il kit “anti-coronavirus”: gel o salviettine disinfettanti, da tenere in una confezione piccola per superare i controlli. Alcuni contenitori sono dotati di gancio per essere attaccati ai pantaloni, così da non doverli cercare ogni tanto nella borsa.

Una buona idea è indossare felpa con le tasche, dove tenere le mani per resistere alla tentazione di toccare oggetti, viso e bocca.

É sicuramente preferibile effettuare il check-in online, evitando di ritrovarsi in lunghe e snervanti file. Ad ogni modo, in caso di gruppi, è opportuno che una sola persona sia incaricata di effettuare tutte le operazioni.

Per una maggiore sicurezza, porta un ricambio di vestiti in modo da cambiarti appena sbarcata. Gli abiti utilizzati per il viaggio vanno rinchiusi in un sacco e lavati appena possibile. Anche le valigie vanno adeguatamente pulite e disinfettate.

Fonte foto: pixabay